MIGLIOR DOCUMENTARIO DELL’ANNO agli SkyTv Awards 2008

MIGLIOR REGIA agli "Jade Kunlun Awards" - 2010 World Mountain Documentary Festival of Qinghai – Cina

In nomination al “2009 Sichuan Tv Festival International “Gold Panda” Awards for films on natural disasters”

Selezionato per la XV Edizione del Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi 2009, in concorso per il Premio della Critica ed il Premio Ilaria Alpi.

Recensito all’interno del prestigioso dizionario del cinema Morandini 2010

Film documentario sulla catastrofe del Vajont

Durata: 52 min

Regia di Andrea Prandstraller

Anno di produzione: 2008

In onda su “The History Channel” e su Rete 4, il documentario ha registrato un grandissimo apprezzamento in termini di ascolti.

In collaborazione con Fox Channels Italy

Sinossi:

Alle 22 e 39 del 9 ottobre 1963 una frana di 250 milioni di metri cubi di terra si stacca dal monte Toc e precipita nell’invaso artificiale creato dalla diga del Vajont, situata nelle montagne del nord della regione del Veneto (Italia). La frana solleva un’onda di centinaia di metri che scavalca la diga e, nel giro di pochi minuti, si abbatte sull’abitato di Longarone situato ai piedi della diga. Il paese viene completamente distrutto. Quasi 2000 persone in pochi secondi passano dal sonno alla morte.

 

Il film-documentario propone, a quasi 50 anni dalla tragedia, una delle più gravi catastrofi europee dal dopoguerra ad oggi. All’interno del documentario diverse e significative sono le testimonianze dei protagonisti di quel drammatico evento, che ha distrutto interi paesi e villaggi.

La base del film è costituita dallo straordinario materiale di repertorio filmato, in gran parte inedito. Inoltre, all’interno del documentario, è presente una toccante testimonianza di Giampaolo Pansa, allora inviato della Stampa.